Cannabis in ginecologia

STORIA DELL’USO DELLA CANNABIS IN GINECOLOGIA

La cannabis ha una lunga storia di utilizzo come rimedio in vari campi, compreso quello ginecologico, risalente all’antichità. L’uso della cannabis in ginecologia è stato documentato in molte culture, tra cui la Mesopotamia, la Grecia, l’antica Roma, l’India, la Cina.

-35%

Greenhouse

Marley SFUSO

Il prezzo originale era: 1.69€.Il prezzo attuale è: 1.10€.
-30%
Il prezzo originale era: 2.20€.Il prezzo attuale è: 1.55€.
-46%

In offerta

Shark CBD SFUSO

Il prezzo originale era: 1.80€.Il prezzo attuale è: 0.97€.
-18%
Il prezzo originale era: 0.49€.Il prezzo attuale è: 0.40€.
-27%
Il prezzo originale era: 1.35€.Il prezzo attuale è: 0.98€.
-22%
Il prezzo originale era: 1.00€.Il prezzo attuale è: 0.78€.
-43%

Greenhouse

Citron CBD SFUSO

Il prezzo originale era: 2.30€.Il prezzo attuale è: 1.30€.
-41%

Outdoor

Harley SFUSO

Il prezzo originale era: 1.10€.Il prezzo attuale è: 0.65€.

MESOPOTAMIA

Nell’antica Mesopotamia, la cannabis veniva utilizzata per alleviare vari disturbi. Nel VII secolo a.C., il re assiro Ashurbanipal raccolse una vasta biblioteca di manoscritti, tra cui tavolette di pietra mediche sumere e accadiche risalenti al 2000 a.C. Secondo lo storico Thompson, le donne mesopotamiche utilizzavano semi di canapa – denominati azallû – mescolati con altri ingredienti e poi aggiunti alla birra, per trattare un disturbo femminile non meglio specificato. La cannabis in ginecologia veniva anche utilizzata per facilitare il parto e per fermare le mestruazioni quando mescolata con zafferano e menta nella birra.

Grecia

Anche nell’antica Grecia e, successivamente, nell’antica Roma, la cannabis veniva utilizzata per vari scopi. Dioscoride, un medico e botanico vissuto nel I secolo d.C., nel suo trattato “De Materia Medica” descriveva l’uso tradizionale di varie piante mediche, tra cui la cannabis, utilizzata come rimedio per la dismenorrea e la menopausa.  D’altra parte Galeno, celebre medico greco-romano, nel suo trattato “De Simplicium Medicamentorum Temperamentis Ac Facultatibus”, riporta che la cannabis è in grado di “seccare” (rendere meno mobile) lo sperma maschile.

INDIA

Nell’antica India, la cannabis era utilizzata dalla medicina ayurvedica come afrodisiaco e anti-dolorifico. Intorno al 1800-1900, in India erano molto diffusi preparati farmaceutici a base di cannabis. In particolare, una preparazione chiamata “Dysmenine”, che conteneva cannabis con una varietà di altre tinture a base di erbe, era indicata per “la dismenorrea, le coliche mestruali e i crampi”. Uno dei componenti della tintura era la capsaicina, il che fa pensare a un’azione sinergica con la cannabis sui recettori cannabinoidi e vanilloidi.

CINA

La cannabis è stata utilizzata in Cina per migliaia di anni come parte della medicina tradizionale. Uso della cannabis come analgesico, come aiuto per il sonno e rimedio per i disordini mestruali. Nella Cina moderna, i semi di cannabis sono ancora ampiamente utilizzati nella pratica clinica per promuovere l’allattamento, accelerare il parto e disinibire la minzione e la defecazione.

https://cannabiscienza.it/cannabis-ginecologia/

Lascia un commento

Contattaci