I centrifugati di Cannabis cruda per depurare l’organismo

I centrifugati di Cannabis cruda per depurare l’organismo

Tempo di lettura: 5 minuti

In questi ultimi anni, sempre più consumatori di cannabis stanno usando le loro centrifughe per frutta e verdura per spremere le foglie di cannabis a ventaglio crude con l’intento di dare alle loro ricette una dimensione completamente nuova. Ma per quale motivo? Perché le foglie delle piante di cannabis sono ricche di sostanze fitochimiche interessanti, vale a dire cannabinoidi, terpeni e flavonoidi, oggi al centro di numerosi test per verificare il loro potenziale antinfiammatorio ed antiossidante. Inoltre, le foglie di cannabis contengono nutrienti benefici, come fibre, magnesio e calcio, che le rendono una buona aggiunta ad una dieta equilibrata.

Differenza tra cannabinoidi neutri ed acidi cannabinoidici

 

Una famiglia di sostanze chimiche note come cannabinoidi è alla base degli effetti primari dell’erba. Mentre il THC è il principale ingrediente psicoattivo, CBD, CBG, CBC ed altri prendono di mira il sistema endocannabinoide, il regolatore universale del corpo umano, senza generare però alcuno sballo.

Ma queste sostanze chimiche, conosciute come cannabinoidi neutri, non si trovano in quantità elevate all’interno della cannabis cruda (o grezza), in quanto sono il risultato di un processo di degradazione innescato dal calore e/o dall’esposizione prolungata agli agenti atmosferici. Nella cannabis cruda sono invece presenti sotto forma di molecole precorritrici note come acidi cannabinoidici. Queste molecole presentano un componente strutturale in più noto come gruppo carbossilico, un fascio di atomi di carbonio, idrogeno ed ossigeno. Se esposto alle alte temperature di accendini, canne o bong, questo gruppo viene rimosso attraverso un processo chiamato decarbossilazione, lasciando dietro di sé una molecola di cannabinoide neutra.

Pertanto, un centrifugato di cannabis cruda funge da fonte di acidi cannabinoidici, inclusi THCA, CBDA, CBGA e CBCA. Poiché queste sostanze chimiche hanno strutture diverse dalle loro controparti decarbossilate, hanno un impatto diverso anche sul sistema endocannabinoide.

Articolo Correlato: Cannabis Cruda Vs Cannabis Decarbossilata: Qual’É La Differenza?

 

Potenziali usi della cannabis cruda

 

Sempre più persone stanno iniziando a mettere la cannabis cruda nelle loro centrifughe, insieme ad una gamma di altri ingredienti sani. Tuttavia, la scienza rimane estremamente cauta e prudente nel pronunciarsi su tali questioni. Nessuno studio umano ha valutato gli effetti fisiologici del consumo di centrifugati di cannabis cruda. Detto questo, i ricercatori stanno attualmente esaminando i seguenti componenti dei centrifugati verdi di cannabis:

  • THCA: Studi in corso stanno testando questo precursore non psicotropo del THC per il suo potenziale neuroprotettivo (Nadal et al., 2017).
  • CBDA: I ricercatori stanno esaminando gli effetti di questo acido cannabinoidico in relazione alle convulsioni (Goerl et al., 2021).
  • Beta-cariofillene: Noto come cannabinoide alimentare, le indagini in corso stanno esaminando il potenziale impatto che questo sesquiterpene potrebbe avere in relazione all’infiammazione (Gertsch et al., 2008).
  • Pinene: Le prime ricerche hanno tentato di esplorare gli effetti del pinene sull’umore e sulla memoria a breve termine (Salehi et al., 2019).
  • Cannaflavine: Presenti quasi esclusivamente nella cannabis, gli scienziati stanno testando questi flavonoidi per le loro potenziali proprietà antinfiammatorie (Erridge et al., 2020).

Articolo Correlato: Benefici Terapeutici e Nutrizionali di Mangiare Cannabis Cruda

 

È sicuro consumare cannabis cruda?

 

Sebbene la maggior parte delle persone che consumano centrifugati di cannabis cruda non riscontrino alcun effetto collaterale, ci sono alcuni fattori da considerare prima di accendere la centrifuga. Innanzitutto, bisogna usare un materiale organico di alta qualità. La cannabis cruda può ospitare agenti patogeni pericolosi come E. coli e salmonella, oltre a residui di pesticidi. Per questo motivo, dovresti autoprodurtela adottando metodi biologici sicuri (senza usare il letame) o ottenere il materiale vegetale da un coltivatore di fiducia. E, per sicurezza, risciacquala bene sotto l’acqua prima di usarla.

In secondo luogo, proprio come altre piante a foglia verde, la cannabis contiene un composto organico chiamato acido ossalico che si lega ad altri composti all’interno del nostro corpo, determinando la formazione di ossalato di calcio nei reni e in altre regioni del tratto urinario. Sebbene la maggior parte delle persone non abbia problemi ad espellere questa sostanza chimica, può aumentare il rischio di calcoli renali in altre, soprattutto se consumata in grandi quantità per un periodo prolungato. Se sei preoccupato per i calcoli renali, dovresti consultare un medico o un nutrizionista prima di incorporare la cannabis cruda nella tua alimentazione regolare.

Come si prepara un centrifugato di cannabis?

 

Non ci vuole un cuoco esperto per preparare un centrifugato di cannabis cruda. Hai solo bisogno di due cose: una centrifuga per frutta e verdura e foglie di cannabis a ventaglio. Tuttavia, puoi trasformare un semplice bicchierino dal sapore erbaceo in una bevanda piacevole e saporita aggiungendo tutti gli ingredienti elencati di seguito:

  • 5 manciate di spinaci
  • Un pezzo di zenzero da 5cm
  • 10 foglie di cannabis grandi a ventaglio
  • ½ cetriolo
  • ½ limone o lime
  • 2 foglie di menta
  • 1 mela

 

Un centrifugato di cannabis cruda non ti farà sballare. Tuttavia, offre un modo completamente nuovo di vivere l’erba mantenendo la mente lucida. Inoltre, riceverai una dose di acidi cannabinoidici, terpeni e flavonoidi ad ogni sorso. La ricetta appena riportata ti consentirà di ottenere una bevanda rinfrescante e salutare, ma ti incoraggiamo a sperimentare, liberando la tua creatività e provando nuovi ingredienti che stuzzicheranno le tue papille gustative.

Fonte: www.zamnesia.eu

Lascia un commento

Contattaci