Come Evitare il Greenout da Cannabis

No, non state morendo. State solo avendo un greenout. Sappiamo che è orribile, ma finirà prima che ve ne possiate accorgere. Abbiamo comunque riassunto i migliori suggerimenti per ridurre al minimo gli effetti di un greenout. Tutto ciò che serve sono alcuni respiri profondi, alcuni snack dolci ed un posto dove sdraiarsi e rilassarsi.

Si fuma erba per rilassarsi, ridere, godersi il cibo e stare in compagnia. Il più delle volte, l’erba ha un effetto piacevole che rende migliori anche le cose più semplici della vita. Ma non è sempre così.

A volte, usare erba può ritorcersi contro chi esagera. Fumare troppe canne o mangiare troppi edibili può facilmente farci sentir male, assonnati o nauseati.

Conosciuto come “greenout”, questo stato fisico fa davvero schifo. Scoprite tutto sul greenout qui di seguito. Come ci si sente e come prevenirlo.

Cosa Significa Greenout?

Il greenout, noto anche come “sbiancamento”, si riferisce agli effetti collaterali del consumo eccessivo di THC in un breve periodo. A volte può provocarlo anche fumare quando il vostro organismo è stanco od a stomaco vuoto.

Piccole dosi rilassano il corpo ed esaltano i sensi. Dosi medie offrono nuove prospettive ed aumentano l’appetito. Dosi elevate comportano il rischio di greenout.

Se consumate troppa cannabis, il vostro corpo inizia a sentire effetti negativi. Durante questa esperienza, le persone in greenout si sentono mentalmente a disagio e possono provare una serie di sintomi fisici, come mal di stomaco e battito cardiaco elevato.

 

Quando Si Verifica il Greenout

Il greenout può capitare a qualsiasi utilizzatore, indipendentemente dalla sua esperienza, ma i principianti sono molto più inclini al greenout rispetto ai fumatori veterani. Ecco le cause più comuni del greenout.

  • Errore del principiante: Chi è nuovo alla cannabis sta ancora scoprendo come l’erba agisce sul proprio corpo. Ci vuole del tempo per trovare il punto giusto personale. Durante questa ricerca è probabile che si fumi troppo o troppo velocemente e si vada in greenout. Anche fumare a stomaco vuoto è una causa di greenout.
  • Consumatori stagionati che si spingono oltre i limiti: I consumatori di cannabis più esperti hanno molte meno probabilità di greenout, ma è più probabile che si spingano oltre i propri limiti. I veterani alla ricerca di nuovi effetti scelgono spesso dab ed edibili ad alta potenza. Quando si provano questi prodotti per la prima volta, il greenout è una forte possibilità.
  • Edibili: I cibi infusi di cannabis sono molto diversi dal fumo. Gli effetti intensi e prolungati colpiscono molto più duramente. Quasi tutti i consumatori di cannabis hanno dei greenout durante le prime due esperienze con gli edibili.

Quando Si Verifica il Greenout

Cosa Succede con il Greenout?

Durante un greenout, probabilmente sperimenterete alcuni di questi suoi sintomi caratteristici:

  • Disturbi di stomaco, nausea e vomito: Troppo THC può influire sulla pancia, soprattutto se si è caduti in preda alla fame chimica prima di finire in greenout. Questa sensazione di disagio passa rapidamente nella maggior parte dei casi, ma può provocare un serio malessere se avete esagerato con le canne.
  • Tremore, sudorazione, pallore: Dopo aver consumato THC, possono verificarsi brividi e tremori, più comunemente alle gambe. Sono possibili anche sudorazione e perdita di colore del viso, da cui il termine viso “sbiancato”.
  • Stanchezza: È probabile che siate svenuti sul divano innumerevoli volte fumando erba. Alti livelli di THC e terpeni narcotici come il mircene sono sufficienti per farvi addormentare, anche in un ambiente rumoroso.
  • Vertigini: Siete mai stati così sballati che la stanza ha iniziato a girare? La cannabis può influenzare la pressione sanguigna, e fumare una tonnellata di THC può causare un calo improvviso di pressione.

Quanto Dura il Greenout?

Quanto tempo impiegherete per uscire dal greenout dipende da quanta erba avete consumato e da come l’avete assunta.

Gli effetti della cannabis fumata o vaporizzata raggiungono il picco intorno ai 30 minuti e di solito durano 1–2 ore. Al massimo, sentirete gli effetti del greenout per circa 1 ora alla loro piena intensità prima che inizino a diminuire.

La cannabis ingerita dura molto più a lungo ed accompagna i suoi consumatori in uno sballo più intenso. Gli effetti durano dalle 6 alle 8 ore ed il greenout da edibili può durare per la maggior parte di questo tempo.

  • Effetti a Lungo Termine del Greenout

La buona notizia: il greenout è temporaneo. Una volta che avrete finito di sentirvi male, tremare o sentirvi stanchi, vi sveglierete la mattina dopo sentendovi freschi e riposati. Di certo, questo è molto meglio rispetto agli effetti devastanti di una sbornia da alcol!

Cosa Fare Se Qualcuno Sta Avendo un Greenout

Sebbene sia una cosa temporanea, il greenout è proprio uno schifo. Se l’avete già sperimentato, probabilmente vi siete chiesti: “Sto per morire?”

Certo, è terribile, ma poi starete bene. Inoltre, ci sono alcune cose che potete fare per aiutare voi stessi o i vostri amici a sentirsi meglio durante un greenout. Utilizzate i suggerimenti qui di seguito per ridurre al minimo gli effetti negativi.

Suggerimenti per Evitare il Greenout

Evitare un greenout si riduce all’essere sensati. Imparate a conoscere il vostro corpo e come reagisce all’erba. Se siete nuovi alla cannabis, rispettatela. Seguite queste linee guida per divertirvi quando fumate erba.

Si Può Morire di Greenout?

Assolutamente no. In quel momento potrebbe sembrare possibile, ma ricordate solo che finirà entro un’ora o giù di lì (poche ore con gli edibili). Usate i suggerimenti qui sopra per rendere l’esperienza il più semplice possibile ed evitare questa sensazione in futuro. La cannabis dovrebbe essere un piacere che fa star bene, non un compito da temere. Tratta l’erba con rispetto e lei ti farà divertire.

Fonte : royalqueenseeds.it

 

Lascia un commento

Contattaci